COME PREVENIRE LA RITENZIONE IDRICA

Il vero tormentone dell’estate è: “Bisogna bere tanta acqua!”

Attenzione però, va da sé che il corretto apporto di acqua ci aiuta a contrastare la ritenzione ma ci sono molti altri comportamenti che possiamo mettere in atto per essere sempre ben idratati e non sentire quel gonfiore e quella pesantezza che spesso accompagnano le giornate estive particolarmente calde.

Iniziamo con la definizione di ritenzione idrica: la ritenzione è un accumulo patologico di liquidi nello spazio extracellulare dovuto ad un drenaggio linfatico deficitario o all’eccesso del contenuto di sodio che, richiamando acqua, fa aumentare l’accumulo di liquidi.

Quindi, se la prima regola è bere i famigerati due litri di acqua al giorno, possiamo già intuire che questa cosa da sola non basti. Come sempre il nostro corretto stile di vita ci viene in aiuto.

È noto che uno stile di vita non sano caratterizzato da sedentarietà, consumo di alimenti troppo salati, bevande alcoliche e abitudine al fumo non ci sia d’aiuto.

Allora voglio darvi tre semplici consigli per rendere tutto più facile e allontanare l’idea che dobbiamo essere sempre attaccati alla nostra bottiglietta d’acqua che, diciamocelo, ci dimentichiamo spesso di avere in borsa e riportiamo a casa immacolata.

  1. I due litri di acqua al giorno consigliati possiamo assumerli sia dall’acqua che dal cibo. Possiamo arricchire i nostri pasti con delle generose porzioni di verdura fresca (ricchissima in acqua) e alle nostre insalatone possiamo aggiungere anche della frutta. Io amo particolarmente melone, anguria, pesca, ananas, mela e pera.

Anche le zuppe fredde e i gazpachi ad inizio pasto ci aiutano ad aumentare l’introito idrico. Vi consiglio di arrivare fino in fondo, ci sarà una sorpresina per voi.

Se poi ci viene un po’ a noia bere acqua naturale possiamo prepararci delle freschissime acque aromatizzate che ci aiutano a non ricorrere a bibite o succhi di frutta. Per prepararle è sufficiente mettere in infusione in acqua fredda per una notte tutte le combinazioni di frutta e profumi che desideriamo: fragole, ananas, pesche, limone, zenzero, menta, basilico, salvia, rosmarino e quello che ci piace nelle combinazioni che preferiamo. Passato il tempo di infusione possiamo filtrare l’acqua e mangiare la frutta a colazione.

  1. È necessario mantenere un’alimentazione equilibrata che ci permetta di avere il corretto apporto di nutrienti. In particolare dobbiamo fare attenzione ai cibi ricchi di sale – il primo responsabile della ritenzione.

In questi giorni iniziamo a non avere voglia di accendere il fornello per non scaldare ulteriormente la casa, siamo più propensi a pasti veloci che, molto spesso, consistono in affettati, formaggi, cibi pronti. Guarda caso, sono tutti alimenti ricchi di sale. Cerchiamo di mantenere la giusta alternanza tra carboidrati e proteine e tra queste ultime preferiamo il pesce, la carne bianca e i legumi.

Particolare importanza è data al potassio, un sale che non sono regola la pressione sanguigna ma anche i liquidi intra ed extra cellulari. Il potassio lo troviamo in frutta e verdura, in particolare nelle banane ma anche nella frutta secca, nei legumi, nel pesce e nel latte.

  1. Infine per aiutare il sistema linfatico è necessario continuare a fare attività fisica, magari cambiando la propria routine per evitare le ore più calde. Il movimento aiuta la circolazione sanguigna e il corretto funzionamento del sistema linfatico riducendo la ritenzione e soprattutto quella sensazione di gonfiore e pesantezza.

Ed eccovi alcune idee per delle zuppe fredde alternative al classico gazpacho:

  • Una crema di melanzane, zucchine e pomodori cotti prima in forno e poi frullati. Condite con olio EVO e un rametto di timo o rosmarino, sale e pepe.
  • Zuppa di anguria frullata (e privata dei semi) a cui possiamo aggiungere della feta a cubetti. Vi consiglio di aggiungere un pizzico di sale e pepe.
  • Crema di cetriolo e avocado frullati assieme e conditi con olio EVO, sale e pepe. Se ci piace, possiamo aggiungere un po’ di wasabi ma attenti con le quantità.

A tutte queste preparazioni possiamo aggiungere acqua per ottenere la consistenza che gradiamo di più.

Buon appetito e buona estate a tutti.

Posted in: